Posts Tagged ‘s. febronia-trofimena’

h1

Santa Febronia-Trofimena nell’opera di Leonardo Prencipe

15 agosto 2013

Leonardo Prencipe
Santa Trofimena (80×100, olio su pioppo, collezione privata)

leonardo_prencipe_febroniaL’opera, eseguita da un osservatore laico non credente, è il tentativo riuscito di una lettura filologicamente aggiornata della tradizionale iconografia oleografica cui sono legati con affetto i devoti minoresi di Trofimena-Febronia, venerata martire del III secolo.
La figura è rappresentata con tratti che intendono rimarcare le origini del culto medio-orientale della Santa esportato nelle nostre terre mediterranee dai monaci di S. Basilio.
La scelta di rappresentare l’umanità di Trofimena attraverso una dichiarata femminilità e di rendere le giovenche proporzionate rispetto al soggetto centrale, diversamente dalla tradizionale iconografia, deriva dal concetto secondo il quale la Santa è innanzitutto una persona umana, comune, vicina, e come tale va rappresentata.
Uno scorcio della cittadina fa da aureola al suo volto, coronandole simbolicamente il capo a sottolineare il legame esclusivo che vincola Minori e i suoi abitanti a Trofimena, assegnandone ad entrambe una forte e delineata identità che ha costituito da sempre uno storico e indissolubile binomio.
Nell’opera sono presenti tre riferimenti allegorici all’antica costituzione della città che, come le altre di origine medievale presenti sulla Costa, era suddivisa in tre insediamenti: quello marittimo, quello agricolo e quello più propriamente urbano. Quest’ultimo è rappresentato dalla Santa stessa in quanto donna, cittadina ed emblema della città; quello marittimo ha per simbolo iconografico i fioroni della corona, il “pancratium leonardo_prencipe_trofimenamaritimum” anche conosciuto come “giglio di mare”, fiore che cresce spontaneamente sui litorali italiani; l’area agricola trova la sua rappresentazione nelle due giovenche che idealmente trascinano l’immagine di Trofimena-Febronia al di fuori dell’opera, verso il fedele che la osserva e la venera.

Leonardo Prencipe (Manfredonia, 1985) vive e lavora a Lecco come libero professionista nel settore delle arti visive. Diplomatosi a Brera col massimo dei voti, ha in attivo diverse esposizioni su tutto il territorio nazionale.
La sua opera ha per tema ricorrente la ricerca introspettiva che riguarda l’uomo e la donna, spaziando dall’acquarello all’olio, dalla tela al legno, nel disperato desiderio di esprimere coerentemente e realisticamente l’immanenza e la trascendenza di corpo e anima nella loro indissolubile unità.

leonardoprencipe.wix.com/lpartstudio

Annunci
h1

MINORI: Festa di S. Febronia-Trofimena 2012

9 luglio 2012

Solenni festeggiamenti in onore di
Santa Trofimena
Patrona di Minori
Concittadina di Patti in Sicilia
13 Luglio 2012
“Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima”.
S. Trofimena sia custode vigile della grandezza e della bellezza della nostra città. Vigili con la sua protezione sui nostri bimbi, perché sappiamo preparare loro una città sempre più abitabile. La forza della sua testimonianza ricordi ai nostri giovani la grandezza e le esigenze della vera libertà di spirito. Ella custodisca chi governa la nostra comunità nel vero servizio al bene comune. La sua preghiera ottenga a tutti noi di vivere giorni sereni e tranquilli, in dignità e sicurezza.

3 – 11 luglio: Novena di preghiera
Giorni feriali
ore 8 S. Messa in Cripta
ore 18.30 S. Rosario e Coroncina
ore 19 S. Messa in Basilica

Domenica 8 –XIV per annum
ore 9 S. Messa in Arciconfraternita
ore 10.30 – 19 Ss. Messe in Basilica

Mercoledì 11 luglio: Termine della Novena

“… le Sacre Reliquie partirono da Benevento …”

ore 8 – 19 Ss. Messe in Basilica

ore 19.30 Arrivo dello Storico Premiato Gran Concerto Bandistico G. Piantoni “Città di Conversano” diretto dal Maestro Concertatore prof. Vincenzo Cammarano, che dopo il giro del paese eseguirà le più belle marce in piazza Cantilena

Giovedì 12 luglio: Vigilia

“… i Salernitani, clero e popolo, accolsero le Venerate Ossa della Santa Verginella …”

ore 8 S. Messa in Cripta

ore 8.45 Giro per le vie del paese del Concerto Bandistico “Città di Conversano”

ore 11 Matinée di musica lirico sinfonica in Piazza Cantilena

ore 19.30 Lucernario, Annuncio della Festa, Esposizione della Venerata Statua di S. Trofimena, Primi Vespri

Segue Commemorazione delle vittime della violenza e della guerra

ore 21.30 Serata musicale in piazza Cantilena

Venerdì 13 luglio: Festa della Traslazione delle Reliquie di S. Trofimena da Benevento a Minori

“… all’alba le sacre Reliquie furono accolte con tripudio dai Minoresi …”

ore 7 – 9 – 10.30 Ss. Messe

ore 8.45 Giro per le vie del paese del Concerto Bandistico “Città di Conversano”

ore 11 Matinée di musica lirico sinfonica in Piazza Cantilena

ore 19 Solenne Pontificale presieduto da S. Ecc.za Mons. Mario Giordana, Arcivescovo titolare di Minori, Nunzio Apostolico in Slovacchia.

La celebrazione sarà animata dal Coro polifonico “Amici di S. Francesco” diretto dal Maestro Candido Del Pizzo

Durante il solenne pontificale sarà ricordato al Signore della vita l’amico Gianni Pinto, per anni solerte organizzatore della festa patronale

ore 20.30 Processione della Venerata Statua per le vie del paese

ore 22 Serata musicale in Piazza Cantilena – I tempo –

ore 23.30 Sullo specchio d’acqua antistante il lungomare di Minori spettacolo pirotecnico a cura della premiata ditta “Luigi Di Matteo” di Orta di Atella (CE)

A seguire II tempo della serata musicale.

Sabato 14 luglio

“… l’Urna benedetta venne deposta sotto l’antico altare …”

ore 19 S. Messa di ringraziamento, Te Deum e reposizione della Statua.

Ore 21.30 Concerto dell’ orchestra sinfonica giovanile “Nyso Orchestra” di Salerno diretta dal Maestro Massimo Amendola

Domenica 15 –XV per annum

ore 9 S. Messa in Arciconfraternita

ore 10.30 – 19 Ss. Messe in Basilica

ore 21.30 Concerto dell’ensamble mandolinistico “Collegium Plectrorum” A. Tirabassi di Amalfi, spettacolo offerto ex voto da un devoto

Dal giorno 6 al 15 di luglio “Teatro Nazionale dei Burattini” dei f.lli Ferraioli presso il lungomare “California”

Per l’artistica illuminazione della Basilica si ringrazia la ditta Caso di Maiori e la ditta S.T.E di Aniello Esposito

L’addobbo floreale in Basilica è a cura della ditta Ferrigno di Minori, offerto ex voto da un devoto

Auguri di lieta e santa festa

13 luglio la festa di Santa Trofimena su Telecolore

La festa di Santa Trofimena a Minori in diretta satellitare.

Venerdì 13 di luglio, a partire dalle 19, dalla Basilica di Minori, l’emittente salernitana di Telecolore trasmetterà in diretta (oltre che sul digitale terrestre, sul canale satellitare 826 e su internet all’indirizzo www.telecolore.it) l’uscita della processione e subito dopo, in differita, la Messa solenne celebrata dall’Arcivescovo titolare di Minori, Mario Giordana.

Il collegamento dal vivo riprenderà al rientro della Processione, ripresa in parte, prima della pausa per il telegiornale.

Al termine del tg, spazio al talk show, con la presenza di autorità e rappresentanti di associazioni legate al culto per la Patrona, che andrà avanti fino al tanto atteso appuntamento con lo spettacolo pirotecnico.

Senza dubbio un’importante iniziativa volta a coinvolgere tutti i fedeli impossibilitati a raggiungere la dimora della protettrice di Minori, compresi gli amici di Patti, in Sicilia, città natia di Santa Trofimena, dove è venerata con il nome di Febronia.

h1

FESTA DI S. FEBRONIA-TROFIMENA, Patrona di Minori (SA)

13 maggio 2011
Festeggiamenti in onore di S.Febronia-Trofimena
Patrona della Città di Minori
e Compatrona della Costiera Amalfitana.Tre sono le feste che si celebrano un suo onore nel corso dell’anno: 5 Novembre, 27 Novembre e il 13 Luglio.
Il 5 Novembre viene festeggiato anche l’onomastico e si fa risalire questa festa alla data del Ritrovamento delle spoglie sella Santa sulla spiaggia di Minori.Il 27 Novembre si festeggia il Rinvenimento dell’urna, che era stata nascosta per evitare ulteriori saccheggi da parte dei Longobardi.

Il 13 Luglio, che è diventata nel corso degli anni la festa probabilmente più importante in quanto cade nel periodo estivo, è attribuito alla Santa un Miracolo: Minori stava per essere attaccata dalle imbarcazioni dei predoni infedeli arabi del “Barbarossa”. La popolazione allora invoca l’aiuto della Santa che in una bellissima giornata estiva fa scatenare una tremenda tempesta che sbaraglia le imbarcazioni dei predoni mussulmani. Tale miracolo è riconducibile ai reali saccheggi subiti dalle città della Repubblica Amalfitana per mezzo di vari predoni corsari.

Santa Febronia-Trofimena aveva enorme venerazione nel territorio della Repubblica marinara d’Amalfi, ed ancora tutt’oggi la festa di S. Febronia-Trofimena è molto sentita dai discendenti di quegli amalfitani. In tempi più vicini ai nostri degli emigranti minoresi a New York hanno eretto una cappella anche in questa città americana e possiedono una copia fedele della statua che viene portata in processione per celebrare, al di la dell’atlantico la festa di Santa Febronia-Trofimena, Patrona di Minori.

I festeggiamenti del 13 Luglio, si concludono alle ore 23.00 con il tradizionale e suggestivo spettacolo pirotecnico sullo specchio d’acqua antistante Minori.

trofi2La Basilica di Santa Trofimena
Le vicende storiche di Minori sono strettamente legate al culto e alla venerazione per la Santa Martire Febronia-Trofimena, di cui, per più di un millennio, la cittadina ha conservato gelosamente le reliquie. L’urna contenente i resti della Santa fu rinvenuta, come riporta la tradizione, sulla spiaggia di Minori forse tra il VI-VII secolo.
Riconosciuta subito come Santa, i cittadini di Minori edificarono in suo onore un’imponente Basilica, ma le sue reliquie furono trasferite ad Amalfi per timore delle incursioni dei Longobardi che, nonostante ciò, nell’anno 839 riuscirono a trafugarle e a trasportarle a Benevento per opera del principe Sicario. Per intercessione del principe Radelchi e del Vescovo di Benevento, le sacre spoglie della Santa furono riportate a Minore dagli Amalfitani con solenne processione di clero e di popolo il 13 luglio 840 e nascoste gelosamente nella Basilica che nel 987, con l’elevazione di Minori a sede vescovile, divenne la cattedrale minorese.
Col passare dei secoli, però, si perse la memoria riguardo alla posizione esatta in cui erano state nascoste le reliquie. Soltanto verso la metà del Settecento, quando per volere del Vescovo Silvestro Stanà si iniziò a ricostruire la cattedrale, esse furono ritrovate, nella notte del 27 novembre 1793. A partire da quella data le reliquie sono custodita nella Cripta sotto il presbiterio della nuova cattedrale, che dalla prima metà del sec. XIX ha assunto l’aspetto attuale.

Basilica di S. Febronia-Trofimena.  Urna con le reliquie della Santa.

Basilica di S. Febronia-Trofimena.
Urna con le reliquie della Santa.