Archive for giugno 2013

h1

MINORI: FESTEGGIAMENTI DI S. FEBRONIA-TROFIMENA 2013

30 giugno 2013

manifesto-2013-a-sammarcoSabato 13 luglio Minori festeggia Santa Trofimena, protettrice della Città del Gusto. Il legame che unisce il Popolo minorese alla Santa Patrona è molto profondo e nonostante la durata più che millenaria è quanto mai vivo. Un legame che ha sempre condizionato lo sviluppo e la crescita civile, sociale oltre che religiosa della città di Minori.

È lecito, infatti, affermare che lo stesso sviluppo urbano della città sia stato fortemente condizionato dalla presenza sul territorio delle sacre spoglie: se nei primi secoli del medioevo, infatti, il centro urbano si sviluppava sulle colline a nord, luogo sicuro e facile da difendere dalle incursioni delle popolazioni barbare dell’età tardo-antica, a partire dal VII-VIII secolo, in concomitanza con l’arrivo delle reliquie di Santa Trofimena, lo sviluppo del tessuto urbano si è progressivamente spostato a valle, intorno alla chiesa eretta in suo onore.

La fonte storica dalla quale è possibile cogliere tutti questi dati è rappresentata dall’agiografia medievale scritta in suo onore. Autore di questa mirabile opera fu un anonimo sacerdote di Minori che nei primi decenni del X secolo redasse una cronaca dal titolo Historia Inventionis ac Traslazioni et miracula Sanctase Trofimenae. Scritta in caratteri longobardi e divisa in tre capitoli, l’Historia rappresenta l’unica vera fonte dalla quale è possibile cogliere le notizie relative al ritrovamento del corpo della martire, alle diverse traslazioni operate nel corso dei secoli e ai miracoli da essa operati.

Un racconto che prende avvio dalla narrazione delle vicende legate al ritrovamento del corpo della santa sulla spiaggia di Minori per opera di una donna del paese, recatasi presso la foce del fiume Reginna per lavare i suoi panni, per poi continuare con l’esposizione degli avvenimenti che ebbero come protagonista il principe beneventano Sicardo, procacciatore di reliquie per la chiesa di Benevento, che nel 838 nell’invadere e conquistare la città di Amalfi sottrasse al popolo di Minori il corpo della santa. Solo dopo la sua morte, avvenuta dopo quasi un anno, il 13 luglio dell’839 S. Trofimena fece ritorno a Minori.

Come è stato giustamente più volte notato l’autore non fornisce tutta una serie di importanti informazioni, come per esempio la data esatta del ritrovamento, la tradizione popolare ha successivamente fissato nel 640 d.C. l’anno del miracoloso ritrovamento, notizia confermata dal più importante storico di Minori Pompeo Troiano.

Nulla sappiamo degli anni della sua fanciullezza, le uniche informazioni sono riportati dai versi scolpiti sull’urna di marmo contenente i suoi resti mortali, da essi si apprende che la fanciulla Trofimena subì il martirio per opera dei pagani; il suo corpo trovò pace nelle acque del mare, chiuso in un’urna di marmo e guidata da un angelo scelse come sua dimora terrena la città di Minori.

Le lacune presenti nell’Historia vengono colmate in età moderna, grazie anche alle accurate ricerche demoscopiche dell’umanista Quinto Mario Corrado, ricerche che si conclusero con la realizzazione di un’opera agiografica, condivisa e approfondita dallo studioso pattese Proto nel 1605.

1002806_3218791604765_415118431_nPROGRAMMA DEI FESTEGGIAMENTI

3 – 11 luglio: Novena di preghiera

Giorni feriali

ore 8 S. Messa in Cripta

ore 18.30 S. Rosario e Coroncina

ore 19 S. Messa in Basilica

Domenica 7 -XIV per annum

ore 9 S. Messa in Arciconfraternita

ore 10.30 – 19 Ss. Messe in Basilica

Giovedì 11 luglio: Termine della Novena

“… le Sacre Reliquie partirono da Benevento …”

ore 8 – 19 Ss. Messe in Basilica

ore 19.30 Giro per le vie del paese Premiato Concerto Bandistico “Città di Minori” diretto dal M° Giovanni Vuolo

ore 21.30 Serata musicale in piazza Cantilena

Venerdì 12 luglio: Vigilia

“… i Salernitani, clero e popolo, accolsero le Venerate Ossa della Santa Verginella …”

ore 8 S. Messa in Cripta

ore 8.45 Arrivo dello Storico Premiato Gran Concerto Bandistico “Città di Conversano” diretto dal Maestro Concertatore Compositore prof. Vincenzo Cammarano

ore 11 Matinée di musica lirico – sinfonica in Piazza Cantilena

ore 19.30 Lucernario, Annuncio della Festa, Esposizione della Venerata Statua di S. Trofimena, Primi Vespri

Segue Commemorazione delle vittime della violenza e della guerra

ore 21.30 Serata musicale in piazza Cantilena

Sabato 13 luglio: Festa della Traslazione delle Reliquie di S. Trofimena da Benevento a Minori

“… all’alba le sacre Reliquie furono accolte con tripudio dai Minoresi …”

ore 7,30 – 9 – 10.30 Ss. Messe

ore 8.45 Arrivo del Premiato Gran Concerto Musicale “Città di Noicàttaro” diretto dal Maestro Concertatore prof. Rocco Eletto

ore 11 Matinée di musica lirico sinfonica in Piazza Cantilena

ore 19 Solenne Pontificale presieduto da S. Ecc.za Mons. Mario Giordana, Arcivescovo titolare di Minori, Nunzio Apostolico in Slovacchia.

La celebrazione sarà animata dal coro polifonico “Amici di S. Francesco” diretto dal Maestro Candido Del Pizzo

ore 20.30 Processione della Venerata Statua di S. Trofimena per le vie del paese

ore 22 Serata musicale in Piazza Cantilena

ore 24 Sullo specchio d’acqua antistante il lungomare di Minori spettacolo pirotecnico a cura della ditta “Pirotecnica Mansi” di Marco Mansi di Maiori (SA)

A seguire finale della serata musicale

Domenica 14 -XV per annum

“… l’Urna benedetta venne deposta sotto l’antico altare …”

ore 9 S. Messa in Arciconfraternita

ore 10.30 S. Messa in Basilica

ore 19 S. Messa in Basilica, Te Deum e Reposizione della Statua.

ore 21.30 Musiche dal Mondo: spettacolo musicale del gruppo “Sestetto Italiano” in Piazza Cantilena, offerto dal Comune di Minori

L’artistica illuminazione è allestita dalla ditta “Tecno Service Illuminazione”

L’addobbo floreale in Basilica è a cura della ditta Ferrigno di Minori

Divertimento per i bambini con il “Teatro Nazionale dei Burattini” dei F.lli Ferraiolo presso il lungomare “California”

stendardo_s.trofimena_minori

Annunci
h1

PATTI (ME): Iniziano le celebrazioni 2013 in onore a Santa Febronia

26 giugno 2013

febronia_patti_meE’ iniziata il 26 Giugno a Patti (ME), la Novena in preparazione alla solennità liturgica della Patrona Santa Febronia.

Ogni sera, fino a giovedì 4 luglio, nella Basilica Cattedrale, alle ore 17,30 recita del Santo Rosario, Coroncina e Santa Messa presieduta dall’Arciprete don Enzo Smriglio. La solennità liturgica si celebra il 5 luglio, preceduta il 2 luglio dal pellegrinaggio dei pattesi in Contrada Acqua Santa, dove secondo la tradizione locale Febronia avrebbe ricevuto il battesimo dal vescovo S. Agatone.

Nella città di Patti, al dato storico sulle origini nisibene della santa (così come riconosciute nella città di Palagonia – CT, e confermate da vari agiografi), è prevalsa un’antica tradizione orale che vuole fissare in questi luoghi i natali di Santa Febronia. Secondo questa leggenda, Febronia, visse agli inizi del quarto secolo dopo Cristo e subì il martirio sotto l’imperatore Diocleziano. Appartenente a una agiata famiglia  di origine pagana, conobbe la fede cristiana e, abbandonato il paganesimo, si consacrò a Cristo Gesù facendo voto di verginità. A causa di questa scelta, dovette subire angherie di ogni genere da parte del padre, che già aveva in serbo per lei altri progetti di vita. Per sfuggire infine alla collera paterna si nascose presso le grotte del Mons Iovis, presso l’attuale località di Mongiove. Ma il padre, scopertone il rifugio, la raggiunse e, accecato dall’odio per la fede cristiana, la uccise gettandone il corpo in balia delle onde. Il corpo della giovane martire, trasportato prodigiosamente dal mare, fu rinvenuto da una lavandaia sulla spiaggia di Minori (SA), località marinara della costiera Amalfitana. Da qui la devozione verso la Santa si diffuse rapidamente fra gli abitanti della regione che, per quanto l’abbiano chiamata Trofimena a causa di alterne vicende storiche, ne hanno sempre affermato l’identificazione con la Febronia siciliana e il legame con la città di Patti.

La città di Patti, che custodisce alcune reliquie della Santa in un’artistica urna argentea, conservata in Cattedrale, donate in varie circostanze dai Minoresi, venera come sua celeste Patrona S. Febronia e ne ha più volte sperimentato la potente intercessione in circostanze drammatiche.

Tra queste si ricordano in particolare la liberazione dalla peste (XVI sec.) e dalla tirannia di Ascanio Anzalone (1656) e la protezione della popolazione in occasione dei violenti terremoti del 1693, 1908 e 1978.

Quest’anno i festeggiamenti esterni in onore a Santa Febronia si svolgeranno a Patti dal 25 al 28 Luglio prossimi.

h1

PALAGONIA: SANTA FEBRONIA 2013 | Programma folkloristico-culturale

23 giugno 2013

Home Page manifesto (Medium)

manifesto s_ Febronia (Large)

E’ stato presentato venerdì 21 giugno, presso la sala giunta del Municipio, dal sindaco Valerio Marletta, dall’assessore alle Attività educative culturali e ricreative Nicola Giaquinta, e dall’assessore alle Attività sociali e sanitarie Laura Laganà, il programma dell’amministrazione comunale per i festeggiamenti in onore di S. Febronia patrona della città.

“Seppure in un momento di grande ristrettezza economica – dice il sindaco Marletta – siamo riusciti grazie alla collaborazione delle associazioni sportive, di quelle culturali e di tutti coloro che negli anni hanno contribuito a organizzare la festa patronale a mettere a punto un programma più che dignitoso, individuando un percorso virtuoso con il preciso intento di abbassare i costi rispetto alla festa dell’anno scorso garantendo, comunque, una settimana in piena armonia con il comitato dei festeggiamenti e tutte le istituzioni civili, militari e religiose”.
 “E cambiata – prosegue l’assessore Giaquinta – la metodologia e anche quest’anno abbiamo aperto un conto corrente per le offerte, vincolato alla festa, abbiamo puntato sui giovani, sulle istituzioni scolastiche e sulla partecipazione gratuita delle associazioni sportive e di quelle culturali e ciò ci ha permesso di realizzare un numero considerevole di eventi”.
“Una parola vorrei spenderla per la serata del 29 giugno – conclude Giaquinta – quando in Piazza Garibaldi alle ore 21,00 si esibirà Renzo Rubino, vincitore del Wind Music Awards 2013 e Premio della critica a San Remo, con il concerto “Renzo Rubino & Gli Altri – Poppins Tour 2013, una scelta che consideriamo di grande qualità per un artista che sta raccogliendo consensi in tutta Italia”.
L’ illuminazione artistica è curata dalla ditta Giovanni Formaggio di Palagonia, gli spettacoli pirotecnici sono realizzati dalla ditta Elia Fireworks e la banda musicale che allieterà i giorni di festa è la “Vincenzo Bellini” di Palagonia.

APPUNTAMENTI FOLKLORISTICI

Venerdì 21 Giugno
Ore 20,30 Manifestazione canora quarta edizione di “ Io Canto… alla Pro Loco” e la seconda edizione del
“Festival Voci Nuove” a cura dell’Ass.ne Turistica Pro Loco – presso P.zza Garibaldi.
Sabato 22 Giugno
Ore 19,00 Inaugurazione della tradizionale “Tavolata di S. Febronia 2013” con degustazione prodotti tipici e balli
folkloristici a cura della Pro Loco – presso Via Umberto
Domenica 23 Giugno
Ore 9,00 Raduno di “Auto d’Epoca” a cura del Team Guerrera – Piazza Garibaldi
Ore 21,00 Spettacolo di danza a cura della Associazione Culturale “ Fitness Planet” di G. Campisi – presso P.zza
Garibaldi.
Lunedì 24 Giugno
Ore 18,00 Sfilata del Corpo Bandistico per le Vie principali della città;
Ore 21,30 Corteo delle Autorità Civili e Militari che dalla sede Municipale si recheranno alla Chiesa Madre per
l’omaggio alla Santa Patrona;
Ore 22,00 Spettacolo Pirotecnico – P.zza Matrice;
Martedì 25 Giugno
Ore 10,00 Corteo delle Autorità Civili e Militari che dalla sede municipale si recherà alla Chiesa Madre per
l’omaggio alla S. Patrona;
Ore 12,30 Tradizionale asta della “Campanella” e taglio del nastro all’arrivo del sacro Fercolo in P.zza Umberto;
Ore 21,00 P.zza Garibaldi, II° edizione del concerto sinfonico “ Poesia e Musica” eseguito dagli alunni
dell’Istituto Comprensivo Gaetano Ponte;
Ore 24,00 Collina di Via Stretto – Spettacolo pirotecnico;
Mercoledì 26 Giugno
Ore 21,00 Spettacolo Canoro “Se puoi sognare puoi Cantare” a cura dell’associazione AGESCI – presso P.zza
Garibaldi.
Venerdì 28 Giugno
Ore 21,00 Spettacolo di danza a cura della Associazione Culturale “ Arte&Arte” di Astrid e Laura Bruno – presso
P.zza Garibaldi.
Sabato 29 Giugno
Ore 9,00 “L’altro sono io” – 7° Edizione Unitalsi – Manifestazione Culturale sportiva “Gimkana”– presso P.zza
Garibaldi.
Ore 21,00 Spettacolo Teatrale “Il Mondo che Vorrei… prove aperte per uno spettacolo” con la collaborazione
dell’Associazione Culturale “Accademia dei Palici” curato da Sibilla, Gabriele e Massimo – presso P.zza
Municipio.
Domenica 30 Giugno
Ore 20,00 Spettacolo teatrale “Roba da Matti” presentato dall’Associazione Culturale “I Guitti di Palagonia” –
presso P.zza Garibaldi.
Lunedì 1 Luglio
Ore 18,00 Sfilata del corpo bandistico per le principali vie cittadine:
Ore 20,30 P.zza Garibaldi – Concerto Live “Renzo Rubino & Gli Altri – Poppins Tour 2013” – presso P.zza
Garibaldi
Martedì 2 Luglio
Ore 08,30 Sfilata del corpo bandistico, per le principali vie cittadine;
Ore 24,00 Spettacolo pirotecnico nella collina di Via Stretto.
Sabato 6 Luglio
Ore 21,00 Spettacolo di danza a cura della Associazione Culturale “La Maison de la Danse” di Giusy Campisi –
presso P.zza Garibaldi.
Domenica 7 Luglio
Ore 21,00 Spettacolo di danza a cura della Associazione Culturale “ Dimensione Danza” di Gianbattista Roveto –
presso P.zza Garibaldi.

APPUNTAMENTI CULTURALI

Dal 20 al 23 Giugno
Dalle alle ore 09,00 alle 12,00 e dalle 17,00 alle 20,00 Mostra: “Creo un Libro” 4^ Edizione, a cura degli alunni
del Circolo Didattico Giovanni Blandini di Palagonia – presso Palazzo Blandini in P.zza Garibaldi;
Dal 27 Giugno al 2 Luglio
Mostra di pittura “I colori dell’anima”” realizzata dall’artista Laura Cicciarella, presso Palazzo Blandini in P.zza
Garibaldi.

APPUNTAMENTI SPORTIVI

dal 3 Giugno al 27 Luglio 4° torneo Fair Play di calcio a cinque organizzato dall’A.S.D. Real Palagonia presso i
campetti di Contrada Nunziata dalle ore 20,00 alle 24,00;
dal 3 Giugno al 27 Luglio il 3° Torneo “Open Volley Misto” presso campetti contrada Nunziata dalle ore 20,00
alle 24,00 organizzato da Rosario Fisichella e Valeria Calanducci.
Dal 6 giugno al 17 Luglio, XII Torneo di Boccetta, Italiana, Goriziana nei locali del “ Golden Bar” di Via
Vittorio Emanuele;
Dal 3 giugno al 5 luglio, “23° Torneo Totò Schillaci” calcio a 5, presso il campetto Country Club
Dal 14 giugno al 23 luglio, “I° Torneo estivo Invictus Basket” – Triangolari di diverse categorie, presso
campetti Contrada Nunziata;
Dal 26 giugno al 26 luglio, “1° Torneo Baskettando” con la Fortitudo Palagonia. Organizza Antonello Strano
presso la Bambinopoli;
Domenica 30 giugno, “4° Moto Tour Regionale, Moto club Palagonia – Raduno motociclistico. La manifestazione si
concluderà con la premiazione di tutti i partecipanti. P.zza Municipio.
Mercoledì 3 Luglio
Ore 21,00 Gara ed incontri di arti marziali a cura dell’ associazione sportiva ASD culturale sportiva Mannuzza
Martedì 9 Luglio
Ore 21,00 manifestazione sportivo culturale ” 2° Oscar dello Sport Palagonese” il meglio dello sport cittadino,
premiazione a cura del Real Calcio Palagonia – presso i campetti di Contrada Nunziata.

1000442_577049815648736_1526306271_n

LEGGI Programma Liturgico

h1

PALAGONIA: Santa Febronia 2013 – Programma Liturgico

21 giugno 2013

s.febronia_palagonia_matriceTriduo di preparazione alla festa

21, 22, 23 giugno

Ore 19,00 – Chiesa Madre, Coroncina e S. Messa;

Domenica 23, ore 10,30 – Chiesa Madre, S. Messa.

24 giugno Vigilia della Festa

Ore 19,00 – Chiesa Maria Ausiliatrice, Primi Vespri di S. Febronia;

ore 21,30, Processione verso la Matrice con la reliquia della Santa Patrona;

ore 22,00 – Chiesa Madre, Esaltazione di S. Febronia (Spaccata ‘o Pignu), e apertura del sacello che custodisce il simulacro della Santa Patrona, che a spalla sarà portato sul sagrato della chiesa per ricevere il primo omaggio dei fedeli.

25 giugno Solennità di Santa Febronia, nel 1708° anniversario del Glorioso Martirio

Ore 8,00, Suono a distesa delle campane;

ore 8,30 – Chiesa Madre, S. Messa e benedizione degli abitini votivi;

ore 10,30, S. Messa solenne, presieduta dal sac. Salvatore Luca, con la partecipazione delle Autorità cittadine;

ore 11,30 Trionfale uscita del fercolo della Santa Patrona e processione fino alla chiesa Madonna di Trapani;

ore 18,00 – chiesa Madonna di Trapani, S. Messa e processione per le vie cittadine;

ore 23,00 – chiesa Madonna di Trapani, processione per il rientro in chiesa Madre.

26 giugno

Ore 9,00 – Chiesa Madre, Coroncina e S. Messa.

 

27 giugno “All’origine di un Culto”

Ore 18,30 Pellegrinaggio in contrada Coste con la reliquia della Santa Patrona e S. Messa nei pressi dell’Eremo.

28 giugno

Ore 19,00 – Chiesa Madre, S. Messa per gli ammalati e amministrazione dell’Unzione dei Malati.

29 giugno – Chiesa Madre

Ore 10,30 e 19,00 S. Messa.

30 giugno – Chiesa Madre

Ore 10,30 S. Messa e benedizione dei bambini;

ore 19,00 S. Messa e celebrazione degli anniversari di matrimonio – rinnovo delle promesse matrimoniali.

1 luglio – Chiesa Madre

Ore 19,00 Coroncina, S. Messa e processione col simulacro della Santa Patrona fino alla chiesa Maria Ausiliatrice.

2 luglio Ottava della Festa

Ore 8,00, Suono a distesa delle campane;

Ore 10,00 – Chiesa Maria Ausiliatrice, S. Messa;

ore 11,30 Processione col fercolo della Santa Patrona dalla chiesa Maria Ausiliatrice alla Parrocchia San Giuseppe;

ore 18,00 – Parrocchia San Giuseppe, S. Messa e processione col fercolo della Santa Patrona per le vie della città;

ore 22,00 – Piazza Garibaldi, Solenne Celebrazione Eucaristica cittadina, animata dal coro polifonico di Aci Sant’Antonio, con la partecipazione delle Autorità Cittadine;

ore 23,30 Processione conclusiva con rientro in Chiesa Madre e chiusura dei festeggiamenti.

Il Comitato dei Festeggiamenti –  L’Arciprete Parroco Don Santo Galesi

LEGGI Programma folkloristico-culturale

 

h1

‘A Spaccata ‘o Pignu | Esaltazione di Santa Febronia | Palagonia 2013

6 giugno 2013

spaccata_o_pignu_2013

“DAL BACIO DEGLI STENDARDI ALLA SPACCATA O PIGNU” | LA VIGILIA DI SANTA FEBRONIA A PALAGONIA (CT) | IN DIRETTA STREAMING IL 24 GIUGNO 2013 A PARTIRE DALLE ORE ORE 20,45.

h1

DALLA GRECIA BIZANTINA ERANO PENETRATE IN ITALIA…

5 giugno 2013

GUERRIERO BOLLI E’ NATO A NARNI (Montoro)IL 16.11.1915.

DA ODOACRE AGLI OTTONI (Nuona Editoriale – 1982)

“Questa pubblicazione si è avvalsa di un contributo della Cassa di Risparmio di Terni e Narni”

Cap. XII  L’INNARIO NARNIENSE (2) – Narni val bene una… gita –

(A cura di Enio Navonni)

Февронија

L’ipotesi che la trascrizione del testo dell’Innario fpsse stata eseguita in uno scriptorium meridionale era dovuta al fatto che esso conteneva un inno a S. Severino apostolo del Norico il cui culto in Italia era essenzialmente napoletano:non era infatti noto,fino ad oggi,che questo culto fosse anche narnese. Per l’identificazione dell’origine dell’inno è più significativa la presenza dei tre inni a S. Giovenale e quello a S. Concordio martire spoletino che ne X secolo aveva un significativo culto anche a Narni. E’ovvio che se l’innario fosse stato meridionale esso avrebbe contenuto almeno l’inno a S. Gennaro.

L’ipotesi dell’Ozanam è anche stata contraddetta dal tipo di scrittura impiegata nel Codice che è la cosiddetta minuscola romanesca usata a Roma ne X secolo,mentre nel meridione,in quel tempo era in uso la scrittura beneventana. Anche l’affermazione che il codice sia del periodo carolingio non è sostenibile perché l’innario contiene l’inno a S. Alessio il cui culto è documentato a Roma nell’anno 977 allorché il papa Benedetto VII affidò al metropolita Sergio,profugo di Damasco,il monastero che era annesso alla chiesa di S. Bonifacio che prenderà poi anche il nome di S. Alessio

Quel monastero era stato fatto costruire da Alberico ed affidato a S. Odilone di Cluny. Ma la devozione a S. Alessio precede di qualche lustro la data del 977,perché il culto greco di S. Alessio si era già affermato in Spagna ed in Italia.A S. Alessio era stato dedicato inoltre dal poeta greco Giuseppe il Melode(+833),un inno che potrebbe aver ispirato quello dell’innario narnese.

Dalla Grecia bizantina erano penetrate in Italia alcune devozioni una delle quali fu quella di S. Artemio e di S. Febronia attestata anche a Narni. Anche la devozione di S. Nicola di Mira,poi di Bari era penetrata a Roma dal mondo bizantino qualche secolo prima della traslazione delle sue reliquie avvenuta nel 1087. Questa devozione dall’Italia passò poi al mondo germanico per opera principessa bizantina Teofano venuta da Bisanzio in Italia nel 972 per sposare Ottone II: Sarà proprio attraverso questa giovane imperatrice che si istallerà in Germania il culto di S. Nocola dal quale si svilupperà poi la tradizione di Santa Kaslus,il vescovo vestito di rosso con la barba bianca che reca doni ai bambini.

La presenza dell’inno a S. Alessio è quindi il termine ante quem non della trascrizione dell’innario che coincide con il pontificato di Giovanni XIII(965-972)che potrebbe essere il committente dell’innario sia nella copia della Vaticana quanto in quella parigina,atteso il fatto che le cattedrali narnesi erano due:quella dell’inverno in S. Maria Maggiore oggi S. Domenico e quella di S. Pietro in Conca,oggi non più esistente. C’è da aggiungere a queste considerazioni anche quella del costo dei due volumi che comprendono circa 400 fogli di carte pergamena(un vero gregge di pecore)oltre al lavoro di trascrizione. Il committente poteva essere solo il Capitolo della cattedrale o lo stesso papa. Va anche ricordato che il codice parigino inizia così:In nomine Domini Incipit prologus Isidori – Liber Hymnariorum. Altro mistero: chi sarà Isidoro?

LEGGI ANCHE: Santa Febronia – Chi è