Archive for luglio 2011

h1

In Santa Febronia il senso di essere Pattesi

31 luglio 2011

Messaggio del sindaco di Patti, Mauro Aquino, rivolto ai cittadini in occasione dei festeggiamenti patronali di Santa Febronia.

Oggi è festa grande a Patti. La Città si stringe attorno alla Patrona e Protettrice Santa Febronia, esempio sempre attuale di coerenza. Dopo XVII secoli dalla nascita, a 350 anni dall’introduzione del culto, i cittadini di Patti oggi si stringono attorno alla giovane Febronia, nostra concittadina, per rinnovarle la devozione. Questo pomeriggio la solenne celebrazione eucaristica e la processione per le vie della nostra Patti siano un momento di fede, un momento per riscoprire le nostre origini, un giorno per riflettere sul futuro che questa Città merita. Come nel XVI secolo la Santa liberò la Città dalla peste, fu invocata per la riconquista della libertà a seguito della vendita della Città ad Ascanio Ansalone, protesse i cittadini in occasione dei tremendi terremoti del 1908 e del 1978, oggi chiediamo a Lei di guardare con la benevolenza di sempre a questa Città per aiutarla a superare il momento difficile che sta vivendo. A quanti si sono prodigati per la miglior riuscita dei festeggiamenti dico grazie. Grazie per il prezioso contributo, non solo economico ma anche di tempo e di lavoro, che hanno fornito.

A tutti i Cittadini rivolgo l’accorato invito a ritrovare nella nostra Patrona il senso di appartenenza ad una comunità antichissima e laboriosa.

Viva Patti, viva Santa Febronia.

Il sindaco, Avv. Mauro Aquino.

VEDI PROGRAMMA FESTA

h1

FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SANTA FEBRONIA V. E M. PATRONA DI PATTI

25 luglio 2011

28-31 LUGLIO 2011

In una delle strofe del tradizionale inno a Santa Febronia cantiamo: “i più eletti ampi tesori fango vil son per te”. Che significa? La risposta la troviamo più chiara che mai nella vita della nostra amata Patrona; Lei ha scoperto il tesoro più nobile e prezioso: Gesù e il suo santo Vangelo. In questo modo Santa Febronia ci viene a ricordare che la centralità di Dio nella nostra vita non è cosa di altri tempi, ma è piuttosto la garanzia più sicura per tempi migliori! Il suo esempio di assoluta fedeltà al Signore incoraggi noi – suoi devoti e concittadini – a fare tutti e sempre sul serio con le esigenze del nostro battesimo, sapendo concretamente allontanare qual­sia­si forma di mediocrità dall’orizzonte della nostra vita personale, familiare e sociale. Buona festa a tutti!

L’Arciprete p. Enzo Smriglio

PROGRAMMA

Mercoledì 27 luglio

Ore 17.30 Santo Rosario

Ore 18.00 Santa Messa

Ore 19.00 La venerata effigie di Santa Febronia verrà collocata nella vara processionale. Sarà effettuato il solenne scampanio e intonato il tradizionale inno “Diva Trofima” Giovedì 28 luglio Il triduo di preparazione sarà predicato da Don Vincenzo Rigamo, Parroco della Parrocchia S. Febronia in Patti

Ore 18.15 Santo Rosario

Ore 18.45 Recita della coroncina

Ore 19.00 Santa Messa

Venerdì 29 luglio

Ore 18.15 Santo Rosario

Ore 18.45 Recita della coroncina

Ore 19.00 Santa Messa

Sabato 30 luglio

Ore 18.15 Santo Rosario

Ore 18.45 Recita della coroncina

Ore 19.00 Santa Messa

Ore 19.30 Solenne canto del Vespro con la partecipazione del Venerabile Capitolo della Cattedrale e dei Superiori e studenti del Seminario Vescovile

Domenica 31 luglio

Ore 08.00 Santa Messa

Ore 09.30 Santa Messa

Ore 18.30 Solenne Pontificale presieduto da S. Ecc.za Rev.ma Mons. Ignazio Zambito con la par­tecipazione del Venerabile Capitolo Cattedrale, dei Superiori e Studenti del Seminario Vescovile e delle Autorità Civili e Militari.

Ore 20.00 Processione delle Sacre Reliquie e della venerata Effigie di Santa Febronia

h1

Santa Trofimena Patrona di Minori. Programma 2011

10 luglio 2011

PROGRAMMA 2011

Martedì 12 luglio: Vigilia
“… i Salernitani, clero e popolo, accolsero le Venerate Ossa della Santa Verginella …”
ore 8 S. Messa in Cripta
ore 8.45 Arrivo della Grande Orchestra di Fiati “Città di Conversano” diretta dal Maestro Concertatore Prof. Angelo Schirinzi
ore 11 Matinée di musica lirico sinfonica in Piazza Cantilena
ore 19.30 Lucernario, Annuncio della Festa, Esposizione della Venerata Statua di S. Trofimena, Primi Vespri
Segue Commemorazione delle vittime della violenza e della guerra
ore 21,30 Serata musicale in Piazza Cantilena

Mercoledì 13 luglio: Festa della Traslazione delle Reliquie di S. Trofimena da Benevento a Minori
“… all’alba le sacre Reliquie furono accolte con tripudio dai Minoresi …”
ore 7 – 9 – 10.30 Ss. Messe 
ore 8.45 Giro per le vie del paese del Concerto Bandistico “Città di Minori” diretto dal maestro Giovanni Vuolo
ore 11 Matinée musicale in Piazza Cantilena 
ore 19 Solenne Pontificale presieduto da S. Ecc.za Mons. Orazio Soricelli, Arcivescovo di Amalfi-Cava de’ Tirreni.
La celebrazione sarà animata dal Coro polifonico “Amici di S. Francesco” diretto dal Maestro Candido Del Pizzo
ore 20.30 Processione della Venerata Statua per le vie del paese
ore 22 Serata musicale in Piazza Cantilena – I tempo – 
ore 23 Sullo specchio d’acqua antistante il lungomare di Minori spettacolo pirotecnico a cura della premiata ditta “cav. Amodio Di Matteo” di Orta di Atella (CE)
A seguire II tempo della serata musicale.

Giovedì 14 luglio
“… l’Urna benedetta venne deposta sotto l’antico altare …”
ore 19 S. Messa di ringraziamento, Te Deum e reposizione della Statua.
ore 21.30 Concerto del pianista e compositore M° Stelvio Cipriani sul sagrato della Basilica.

L’artistica illuminazione è allestita dalla ditta “Tecno Service Illuminazione” di Gragnano (NA) 
L’addobbo floreale in Basilica è a cura della ditta Ferrigno di Minori

h1

Patti: pellegrinaggio all’Acquasanta, in onore di S. Febronia

2 luglio 2011

Sabato 02 Luglio 2011

Il 2 luglio di 354 anni fa la campana della chiesetta del quartiere Polline, a Patti, suonò a distesa, spontaneamente, per avvertire i pattesi di un grave pericolo incombente: Ascanio Anzalone, che aveva comprato la città dall’esoso governo spagnolo come feudo, veniva ad occuparla a tradimento. I cittadini accorsero alle armi immediatamente, impedirono l’accesso al neo-feudatario, subirono un assedio, ma non cedettero. Venuti a Patti, risarcirono con grandi sacrifici l’Anzalone, fondendo in quella circostanza anche i calici delle chiese. Patti scrisse in quella circostanza una bella pagina di storia e per la riconoscenza, la vergine e martire Febronia fu proclamata principale protettrice della città.

Per ricordare tale avvenimento, oggi pomeriggio i fedeli e i devoti della santa patrona si ritroveranno nello spiazzo antistante la chiesetta di Polline costruita, secondo la tradizione, sulla casa natale di santa Febronia e, dopo un momento di preghiera presieduto dall’arciprete della Cattedrale, don Enzo Smriglio, inizieranno alle ore 18:00 il pellegrinaggio a piedi, preceduti dallo stendardo e accompagnati dalla banda musicale, verso il santuario di santa Febronia di contrada Acquasanta nel comune di Gioiosa Marea, dove Febronia fu battezzata dal vescovo sant’Agatone. All’arrivo, accolti dai fedeli dell’Acqua Santa e dal parroco di Landro, don Salvatore Fragapane, don Enzo Smriglio presiederà la Santa Messa.